Smacchia alle radici dei “nomi” lodigiani
Uno scorcio del canale Muzza a Paullo

Smacchia alle radici dei “nomi” lodigiani

Il fondatore del Crs di Casaletto presenterà a Bascapè il volume sulla toponomastica del territorio

Da dove nasce il nome “Canale Muzza”? E quello di una città importante come Codogno? A queste e a tante altre domande prova a rispondere ” Toponomastica del Lodigiano” il volume in cui l’autore Roberto Smacchia, fondatore del Comitato ricerche storiche di Casaletto Lodigiano, stabilisce una nuova serie di conclusioni in materia di origine di nomi e luoghi, che verranno presentante venerdì 28 giugno alle ore 21 alla biblioteca civica di Bascapè.

Roberto Smacchia

Assieme a Smacchia, a presentare il volume di 76 pagine provvederanno Emanuele Dolcini ed Ernesto Prandi, redattori della «Rivista storica melegnanese». Arricchito dall’adeguata bibliografia e dall’elenco delle fonti d’archivio, ” Toponomastica del Lodigiano si serve di un’ottica quasi “revisionistica”. Le tesi si reggono su un maggior numero di germanesimi, soprattutto (ma non solo) di epoca medievale, per spiegare l’origine degli appellativi di luogo; sul quasi completo rifiuto del cosiddetto “prediale”, cioè il riferimento a un nome proprio o gentilizio latino come sorgente primaria del nome; infine sul continuo richiamo alla dizione dialettale e non a quella colta del nome di luogo, per capire cosa significasse in origine e come sia mutato nei secoli.

Ad esempio, l’autore fa derivare il suffisso “Villa” non direttamente dall’accezione latina, ma da quella franco-germanica (“villa” come “ville” francese); oppure l’ipotesi di “Codogno” derivante, come Goìto, Ghedi,Gottolengo, Gudo, tutti centri di zona padana, da stanziamenti di genti gotiche. La Muzza, invece, deriverebbe dal “mussa” germanico, piuttosto che dalla “gens Mucia” citata in ogni repertorio. In ogni caso, un’esplorazione che mette in cammino verso un dialogo immaginario con i nostri remoti progenitori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.