La chitarra in Santa Chiara Nuova: si ripete la magia delle sei corde
Il 26enne Domenico Mottola in Santa Chiara Nuova

La chitarra illumina Santa Chiara Nuova: si ripete la magia delle sei corde

Domenica ancora un “tutto esaurito” per il festival lodigiano

Il coro affrescato di Santa Chiara Nuova a Lodi è un luogo magico per fare musica. Forse le antiche monache hanno lasciato in eredità nel legno degli scranni le loro lodi cantate al Signore, tanto che questo materiale così vetusto sembra risvegliarsi al suono della chitarra. Specialmente quando lo strumento è nelle sapienti mani di Domenico Mottola, protagonista domenica pomeriggio del quarto appuntamento della “Stagione internazionale di chitarra classica”, la fortunata rassegna cittadina organizzata dall’Atelier Laudense: il 26enne musicista napoletano ha incantato l’uditorio (tutto esaurito) grazie a una musicalità raffinata, compendio di una perfetta padronanza tecnica.

Domenico Mottola

L’esibizione si è aperta con Andante e rondò n.2 op.2 di Dionisio Aguado (1784-1849), caposaldo della letteratura chitarristica che ha irretito gli spettatori per la precisione di tocco anche nei passaggi più virtuosistici. La suite Cavatina (divisa in Preludio, Sarabanda, Scherzino e Barcarola) di Alexandre Tansman (1897-1986) ha quindi emozionato per la ricchezza timbrica e dinamica, evidenziando tutti i colori dello strumento. La prima parte dell’esibizione si è conclusa con una pagina di grande difficoltà tecnica: le tre sonate M.S. 84 di Nicolò Paganini.

Il prossimo appuntamento della Stagione di chitarra si terrà il 15 settembre nella splendida cornice del tempio civico dell’Incoronata: protagonista l’argentino Victor Villadangos, diventato un vero e proprio amico del festival e un beniamino del pubblico lodigiano per le sue precedenti e straordinarie performance in città.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 11

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.