Musica e letture: quelle voci femminili verso la libertà
Ginger Brew tra Walter Pandini e Fabrizio Trullu

Musica e letture: quelle voci femminili verso la libertà

L’emozionante appuntamento al Verri di Lodi con il Meic per “Con occhi di donna”

Possono cantare, leggere, recitare. Sono quelle voci che, declinate in maniera diversa, esprimono tutte la stessa cosa: la forza, il coraggio, la volontà di quelle donne che, lungo i marosi della storia, hanno affrontato e vinto le difficoltà cui la vita le ha sottoposte. E sabato sera al Verri, questo cammino è stato mirabilmente restituito da “Con occhi di donna”, il ciclo di riflessioni ideato dal Meic di Lodi e dedicato all’analisi della prospettiva particolare dello sguardo femminile sul mondo.

Dedicato anche quest’anno alla compianta Isa Veluti, il ciclo ha ospitato nell’aula magna del liceo lodigiano due bravissime interpreti. Alla splendida voce di Ginger Brew, cantante di origine ghanese, vocalist della band di Paolo Conte, è spettato esibirsi in una serie di brani della tradizione gospel, ma non solo; mentre a a Paola Cremascoli nella lettura di alcune poesie, selezionate ad hoc dal repertorio di alcune grandi scrittrici.

Paola Cremascoli

Così, mentre accompagnata da Walter Pandini al sax e Fabrizio Trullu alla tastiera Ginger Brew cantava il grido, la preghiera, la speranza e la lotta di tutte le donne che nella storia hanno patito schiavitù, ingiustizie e violenze per intraprendere un cammino verso la libertà, alla musica si sono alternate le letture su Wislawa Szimborska, Etty Hillesum, Marina Cvetaeva, Mariangela Gualtieri: voci che, come ricordato da Elena Bulzi del Meic, «costituiscono un inno alla vita, una vita spesso segnata dal dolore, dalla sopraffazione, ma che rinasce ogni volta con slancio nuovo. Sono voci, talvolta solo sussurrate, ma che esprimono una speranza mai sopita».

Gli applausi del pubblico

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.