Aguirre fa decollare la Stagione di chitarra
Rafael Aguirre domenica scorsa a Lodi

Aguirre fa decollare la Stagione di chitarra

Splendido esordio per l’edizione 2019 della rassegna internazionale a Lodi

Un esordio con i fiocchi. Tra le atmosfere spagnole, omaggio alla sua terra natia, fino a un viaggio di qua e di la dall’oceano Atlantico, e l’approdo alle sempre suggestive melodie di Ennio Morricone. Non c’è dubbio: facendo onore a una tradizione ormai consolidata, il concerto di Rafael Aguirre, domenica nell’aula magna del liceo Verri di Lodi, ha aperto alla grande l’edizione 2019 della Stagione Internazionale di Chitarra Classica organizzata dall’Atelier Chitarristico Laudense.

Il pubblico al concerto

Considerato uno dei nomi più importanti a livello mondiale nel mondo delle sei corde, Aguirre ha proposto un programma raffinato, colto e variegato mettendo in luce una tecnica strabiliante e una sensibilità fuori del comune. L’esibizione si è aperta sulle note di “Asturia”, uno dei brani più noti della letteratura chitarristica, opera del compositore spagnolo Isaac Albeniz, per poi proseguire con Schumann, Regondi, il paraguaiano Barrios, Satie, Gershwin e Tarrega, il cui “Carnevale a Venezia” ha scatenato un’autentica ovazione, costringendo Aguirre a una serie di bis culminati con “Gabriel’s oboe” di Morricone.

Prima, durante e dopo, insomma, è stato un tripudio. Che Aguirre porterà a lungo nel suo cuore, come il pubblico lodigiano ricorderà a lungo il suo strepitoso concerto. La Stagione Internazionale di Chitarra Classica dà comunque già appuntamento al secondo concerto: la data da segnare sul calendario è quella del 7 aprile, quando nell’aula magna del Verri si esibirà Stephanie Jones, talentuosa chitarrista australiana di base in Germania che ha già primeggiato in importanti concorsi.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 12 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.