Meduse danzanti in piazza a Lodi: il centro si tinge di mille colori
Alcune suggestive immagini dello show di piazza tenutosi venerdì sera nel cuore di Lodi (Crespiatico)

Meduse danzanti in piazza a Lodi: il centro si tinge di mille colori

Suggestivo spettacolo venerdì sera con gli artisti di Corona Events

La piazza trasformata in un grande mare capace di ospitare colorate meduse. L’inebriante danza delle meduse ha incantato piazza della Vittoria venerdì: i ballerini-trampolieri della compagnia di artisti Corona Events, spenti i lampioni, hanno dato il via alle prove generali dello spettacolo Oceano azzurro, che porteranno in una tournée mondiale. Lo spettacolo di teatro-danza ha avuto luogo venerdì sera, a partire dalle 19.30, quando le prime meduse hanno mosso i primi passi di fronte alla cattedrale. Da subito un discreto gruppo di fotografi e di curiosi ha circondato il corpo di ballo, per immortalare quei magici giochi di luce, chi con apparecchi professionali e chi con lo smartphone.

”Meduse” in piazza Vittoria

A dirigere il tutto Roberto Corona, fondatore di Corona Events, che con decisione guidava le coreografie. La compagnia Corona Events porta le proprie coreografie in giro per il mondo: Spagna, Russia, Hong Kong e Qatar sono solo alcuni dei paesi in cui i danzatori hanno allestito le loro magiche danze, spesso accompagnati da musica live.

«Nello spettacolo c’è un gioco di primi piani con luci e pompe d’aria - ha spiegato Corona -. Ogni costume è dotato di sette batterie al litio, per poter restituire un grande impatto visivo al pubblico. I nostri spettacoli sono invenzioni sceniche con costumi unici al mondo. I nostri artisti sono dei danzatori che hanno imparato ad andare sui trampoli e questo fa la differenza per quanto riguarda stile ed eleganza».

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola lunedì 11

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.