Progetto Immagine inaugura la nuova casa della fotografia
Foto di gruppo per l’apertura della nuova sede di Progetto Immagine

Progetto Immagine inaugura la nuova “casa della fotografia”

Festa di apertura per la sede dell’associazione che organizza il Festival della foto etica

Uno spazio per fare cultura. Un luogo dove far nascere e mettere a frutto nuove idee. «La sede di un’associazione è il contenitore dei sogni, delle energie, delle fatiche, delle risate». Venerdì sera, dopo 28 anni di progetti culturali culminati con l’organizzazione del Festival della fotografia etica, rassegna che da tempo fa parte del “gotha” nazionale, il Gruppo fotografico Progetto Immagine ha trovato la sua stabilità con l’inaugurazione della nuova sede, uno stabile in via Vecchio Bersaglio (area ex macello) completamente ristrutturato grazie al lavoro dei volontari e reso il posto ideale dove continuare a lavorare per la promozione della “scrittura con la luce”.

Tanti i soci, i corsisti, gli appassionati e i semplici simpatizzanti che nel corso della serata di inaugurazione hanno affollato la nuova “casa della fotografia”, un luogo che intende aprirsi alla città e diventare un vero e proprio centro culturale.

Alberto Prina e Aldo Mendichi

«L’obiettivo, nel tempo, è riuscire tenere aperta la sede tutto il giorno e non soltanto di sera – commenta Alberto Prina, uno dei coordinatori del Festival della fotografia etica -. Vogliamo che la sede possa raccogliere idee provenienti da tutta la città e diventare un contenitore di aggregazione. La sede è spettacolare: inoltre è vicina al centro storico e dotata di ampio parcheggio».

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 29

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.