Il cuore dei lodigiani batte per i giovani della Theresia
La Theresia Youth Orchestra(Ginelli)

Il cuore dei lodigiani batte per i giovani della Theresia

Apprezzata esibizione, fra Kraus e Mozart, della formazione orchestrale sabato alla sala Rivolta

Musica di qualità a Lodi, che riceve il plauso del pubblico. Straordinaria l’accoglienza riservata ai giovani della Theresia Youth Orchestra, protagonisti sabato di un entusiasmante concerto nella sala Rivolta del Teatro alle Vigne per coronare l’intensa settimana di lavoro condotta dalla violinista svizzera Chiara Banchini e dal violoncellista belga Roel Dieltiens. Il progetto di alto perfezionamento musicale, promosso e sostenuto dalla Fondazione iCons di Lodi, ha visto la partecipazione di giovani musicisti provenienti da tutto il mondo uniti nel nome della musica classica.

Il pubblico alla Sala Rivolta

In una sala Rivolta gremita, i quindici ragazzi – due flautisti e tredici archi – accompagnati dai loro strumenti autentici, si sono alternati di volta in volta facendosi fautori della grande musica Settecentesca, tra Barocco e Classico, proponendo un delizioso programma con musiche di Kraus, Boccherini, Mozart, Eyble.

Dopo aver “rotto il ghiaccio” con l’ “Allegro moderato” dal Quintetto per flauti e archi in re maggiore VB 188 di Joseph Martin Kraus, il carattere dell’interscambiabile ensemble ha preso via via spazio e convinzione. Guadagnandosi applausi convinti: se la ricerca di nuovi talenti è tra le finalità del progetto della Theresia Youth Orchestra, sicuramente sabato gli osservatori avranno avuto materiale di studio e avranno preso appunti per segnarsi i nomi di questi giovani musicisti.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola lunedì 21

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.