Il fiume diventa un’opera d’arte: Roberto Mauri dà voce alla natura
Sopra Roberto Mauri al lavoro

Il fiume diventa un’opera d’arte: Roberto Mauri dà voce alla natura

L’ultima opera sulle sponde a Boffalora, lungo il gerale Mezzanino, pensando al “De rerum natura” di Lucrezio

È un vulcano di idee, un artista sempre pronto a mettersi in gioco e a dare impulso al suo sconfinato estro creativo. «Mi appassiono anima e corpo all’opera che sto costruendo: una volta terminata invece quasi non mi interessa più, perché sento già l’impulso di realizzarne una nuova». Anche per questo, per anni, Roberto Mauri ha lavorato senza documentare i suoi progetti, legati inscindibilmente agli “umori” della natura. Figlio del grande Giuliano, il geniale artista di Lodi Vecchio conosciuto soprattutto per le sue immense Cattedrali vegetali, Roberto ha assorbito la lezione del padre e da tempo costruisce opere interamente fatte con materiali naturali, legno in primis.

Il portale realizzato da Roberto Mauri a Boffalora

«Ho deciso, finalmente, di iniziare una catalogazione, anche perché noto che i miei lavori piacciono e possono attirare appassionati. Almeno fino a quando non se li porta via l’acqua». L’ultima opera si intitola Origine del mondo ed è stata realizzata pochi giorni fa sulle sponde dell’Adda, a Boffalora, lungo il gerale Mezzanino. Mauri rifugge i concetti di “land art” e di “art in nature”, filone quest’ultimo di cui il padre Giuliano è stato uno degli esponenti più importanti a livello internazionale.

«Utilizzo materiali naturali che trovo lungo le rive – racconta l’artista lodigiano, che divide la sua vita tra gli atti creativi e la professione di commerciante -. Ho ottenuto il permesso del Parco Adda Sud e con l’aiuto di sette volontari ho realizzato un portale di circa 6 metri, messo davanti a un tronco portato dal fiume. L’opera è ispirata al primo dei sei libri del De rerum natura di Lucrezio, dedicato al miracolo della nascita. La mia idea è realizzare un’opera per ogni parte del poema, sempre sull’Adda».

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 18

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.