Irene Grandi e l’omaggio a Mina

Irene Grandi e Maria Francesca Polli: voce e parole per Mina

L’autrice lodigiana tra i protagonisti degli appuntamenti live della settimana

AcqueDotte festival al suo ultimo spettacolo. In riva al lago di Garda, a Salò. La quarta edizione della rassegna conclude venerdì sera il ricco cartellone di concerti all’insegna della musica al femminile. Visto che il festival è stato pensato come un omaggio a Mina, per i saluti è di scena un’altra donna grintosa e intraprendente. Che risponde al nome di Irene Grandi. E in piazza della Vittoria propone lo show “Come tu mi vuoi”. Proprio la cover di uno dei tanti brani di Mina che, correva l’anno 1966, hanno scalato le classifiche di vendita. Canzone che conserva tutta la sua forza, al pari dei maggiori successi di Irene. In chiusura, dopo il concerto (presso la spiaggia della Donna del Lago), è in programma un reading finale, una “Notte della Poesia” dedicata a Mina che vedrà protagonista Maria Francesca Polli. L’autrice lodigiana leggerà la sua “Volevo scriverti da tanto” inserita nell’ultimo album della grande cantante. (Irene Grandi: venerdì 10, Acque Dotte festival a Salò).

********

Se parteciperete alla tradizionale grigliata di Ferragosto, vi scatenerete, eppure non sarete ancora sazi di balli e canti, ecco il consiglio giusto per voi. Quale? Recatevi giovedì sera alla festa di Radio Onda d’Urto in via Serenissima a Brescia. Con lo scopo di farvi di nuovo trascinare nel vortice del ritmo grazie al rap proposto da Ghemon & Le Forze del Bene. “Criminale emozionale” è il brano inedito che l’artista di Avellino (vero nome Giovanni Picariello) propone per il tour estivo. Ottima la sintonia con la band, chiamata al non semplice lavoro di accompagnarlo nelle digressioni nell’hip hop. Ci riesce? Per giudicare aspettate la fine, ovvero la “Mezzonotte”. Quando se ne andrà definitivamente il suo sole. (Ghemon: giovedì 16 alla festa di Radio Onda d’Urto in via Serenissima a Brescia).

*******

È chiaro che ci sarà allegria. Altrettanto evidente è che ci sarà una grande, bella festa. Quando lunedì, sul palco allestito presso la Fantacolo bier fest di Provaglio d’Iseo, salirà alle stelle la domanda: «E’ qui la festa?» vorrà dire che è iniziata la JovaNotte. Omaggio, scatenato, a Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti. Con il gruppo fondato da Matteo Casali si possono riascoltare anche i brani più datati del Lorenzo Nazionale. Si parte salendo su “La mia moto”, si arriva inneggiando “Viva la libertà”. Con poche concessioni al repertorio romantico. Infatti hanno la meglio gli omaggi ai brani più rock. Avvisate a casa; si torna tardissimo. Si va a divertirsi. Si va al “Più grande spettacolo dopo il Big Bang”. (JovaNotte: lunedì 13 al la Fantacolo bier fest di Provaglio d’Iseo).

*******

Anche quest’anno i Ministri si esibiscono alla festa di Radio Onda d’Urto. A Brescia arrivano sabato. E portano tanto, tanto rock. Ma non solo, assicurano loro. Cosa c’è di più? L’esperienza di una carriera che è stata all’insegna della crescita. E del successo. Dopo aver festeggiato, nel 2016, il decimo anniversario dell’album d’esordio “I soldi sono finiti”, Davide Autelitano, Federigo Dragogna e Michele Esposito, hanno lavorato a nuovi brani. Inseriti nel cd “Fidatevi” che, dalla primavera, stanno promuovendo. “Fumare” è il secondo estratto, proposto nella seconda parte del live. Iniziano lo show raccontandoci storie di “Spettri”; concludono dandoci il consiglio che è meglio “Abituarsi alla fine”. (Ministri: sabato 11, alla festa di Radio Onda d’Urto in via Serenissima a Brescia).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.