Velocità e alcol i “vizi” alla guida
Gli agenti della Stradale col vice sindaco Ginelli e la Lamborghini di servizio

Il bilancio della Stradale di San Donato: velocità e alcol i “vizi” alla guida

Quasi un terzo delle 7.874 sanzioni del 2019 hanno riguardato automobilisti che hanno pigiato troppo il piede sull’acceleratore

Limiti di velocità non rispettati, abuso di alcol alla guida e mancato utilizzo delle cinture: sono queste le infrazioni più preoccupanti che sono state verificate e contestate nel 2019 durante i pattugliamenti svolti dalla sottosezione di San Donato della polizia stradale. Si è registrato un aumento significativo delle contravvenzioni rispetto al 2018, salite da 7.600 a 7.874, il 3, 48 per cento in più.

Negli ultimi due anni è stato garantito un numero costante di pattuglie, pari a 2.393, allargando il confine d’azione dall’ambito autostradale e delle tangenziali alle statali come la Via Emilia, dove sono state effettuate 140 pattuglie.

Ai comandi del sostituto commissario Pasquale Mastrocinque che ha preso il timone della sottosezione sandonatese tra il 2017 e il 2018, molta attenzione è stata espressa rispetto al consumo di alcol alla guida. In particolari sono stati controllati 3.459 conducenti con precursori (un apparecchio portatile, che consente di misurare il tasso alcolimetrico indicativo) e 335 con etilometro, a cui hanno fatto seguito 211 patenti ritirate per lo stato di ebbrezza e 2 per l’uso di sostanze stupefacenti.

Il numero maggiore di sanzioni, da quanto emerge dal bilancio delle attività delle volanti, è scaturito a seguito del mancato rispetto dei limiti di velocità, con 2.158 contravvenzioni, poco meno di un terzo di quelle che gli agenti hanno complessivamente contestato. Seguono le sanzioni per il mancato uso della cintura di sicurezza (937), l’uso del telefonino al volante (374), il mancato uso del casco (8) e 239 violazioni accessorie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.