Rivoluzione in viale Rimembranze: senso unico e pista per le biciclette
L’intersezione tra via Milite Ignoto e viale Rimembranze

Rivoluzione in viale Rimembranze a Lodi: senso unico e pista per le biciclette

Prevista una soluzione ciclabile bidirezionale, per ora non si interverrà sui marciapiedi

Lorenzo Crespiatico

È in arrivo una rivoluzione per viale Rimembranze: in estate inizieranno i lavori che renderanno la strada a senso unico, con l’aggiunta di una pista ciclabile in sede propria.

L'incrocio via Milite Ignoto - viale Rimembranze e il sottopassaggio Bassiana (foto Lorenzo Crespiatico)

Ad annunciare l’opera - già prevista dal “Biciplan” comunale del 2012 e poi inserita nel percorso 3 del progetto CollegAdda - l’assessore alla viabilità e all’ambiente Alberto Tarchini: «Verrà istituito un senso unico di marcia in due direzioni su viale Rimembranze e sul lato settentrionale verrà realizzata una pista ciclabile bidirezionale in sede propria. Troveranno posto nella strada anche aree di sosta».

Viale Rimembranze sarà così percorribile dall’intersezione con via Milite Ignoto in due direzioni: o in direzione di via Villani o in direzione di viale Italia. La circolazione della zona è stata impostata con l’idea di creare anelli circolatori, quindi per chi percorre via Milite Ignoto (provenendo da corso Mazzini) sarà possibile svoltare sia a destra sia a sinistra e si rappresenterà la stessa situazione per chi arriva dalla stazione ferroviaria (percorrendo quindi viale Trento Trieste, via Battisti e via Milite Ignoto).

Non sarà possibile imboccare viale Rimembranze provenendo da viale Italia o da via Zalli. A questo proposito, era stata avanzata nell’aprile scorso dall’amministrazione comunale l’ipotesi di aprire il sottopassaggio della Bassiana alla circolazione monodirezionale dei veicoli a motore: a questo scopo sarebbe stata necessaria la realizzazione di una rotonda su via Piermarini, per collegare al meglio i quartieri San Fereolo-San Bernardo. Sull’ipotesi Tarchini è ancora cauto: «Al momento non ci sono previsioni particolari su quel punto: in ogni caso prima sarebbe necessario realizzare un’intersezione a rotatoria. L’apertura al traffico del sottopassaggio potrebbe essere valutato in un riordino complessivo della mobilità, nel quale si inseriscono anche i recenti interventi sulla rotonda tra via Zalli e via San Colombano».

Nella prima metà del 2020 è previsto anche l’avvio dei cantieri per realizzare la tanto attesa ciclabile su via San Colombano. C’è poi da risolvere il problema dei marciapiedi di viale Rimembranze e viale Italia, pieni di buche e di pericolosi avvallamenti: «È auspicabile, ancorché non preventivato, fare in modo che nel riordino complessivo della circolazione in quell’asse viario si affianchino interventi volti alla sistemazione dei marciapiedi», ha spiegato Tarchini. La creazione della ciclabile su viale Rimembranze è un’operazione molto attesa: nel pomeriggio di Pasqua del 2018 Bruno Apicella, ex presidente del tribunale di Lodi, aveva trovato la morte percorrendo in bici quella strada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.