Finisce in carcere a 79 anni per una serie di reati fiscali
I fatti contestati all’anziano di Casale risalgono al 2016 e a un’indagine condotta dalle Fiamme gialle di Brescia

Finisce in carcere a 79 anni per una serie di reati fiscali

L’anziano di Casale, ora alla “Cagnola” di Lodi, dovrà espiare un cumulo di pena di 5 anni

Aveva collezionato condanne per fatture false che dovrà scontare con cinque anni di carcere, e così il 9 gennaio, il casalino A.R., 79 anni compiuti lo scorso novembre, è finito dietro le sbarre. I carabinieri lo hanno raggiunto presso la sua abitazione a Casale, da dove i vicini non lo vedevano uscire da mesi se non per le visite in ospedale, e lo hanno condotto in carcere a Lodi.

I fatti risalgono al 2016, a un’indagine condotta dalla guardia di finanza di Brescia che all’epoca aveva coinvolto decine di società e persone, e portato alla misura cautelare dell’obbligo di firma per A.R. In particolare, le condanne riguardano l’omessa dichiarazione ed emissione di fatture per operazioni fasulle. Reati inevitabilmente riconducibili a un’attività svolta dall’anziano casalino e di cui però chi lo conosceva non aveva la minima idea.

Ora il casalino è recluso presso la casa circondariale “Cagnola” di Lodi. Fra dieci mesi compirà ottant’anni e non è escluso che gli sia concessa la detenzione domiciliare, anche in considerazione delle precarie condizioni di salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.