Borghetto premia la “donna dell’Everest”
Ines Zucchelli, seconda da sinistra (Foto Ronsivalle)

Borghetto premia la “donna dell’Everest”

Il Borghettino d’Oro assegnato a Ines Zucchelli

Andrea Bagatta

Borghetto Lodigiano

Il Borghettino d’Oro in vetta al mondo. La benemerenza civica di Borghetto Lodigiano è andata a Ines Zucchelli, borghettina classe 1965, che quest’estate ha raggiunto la cima dell’Everest, quinta donna italiana a riuscire nell’impresa, prima lodigiana. Il premio è stato consegnato sabato sera nella chiesa parrocchiale durante il tradizionale concerto di Natale, che quest’anno ha visto esibirsi a partire dalle 20,30 la corale “Regina delle Vittorie” di Graffignana, con i Pedra, celebri zampognari di Miradolo Terme.

«La passione per la montagna l’ha ereditata da suo papà (ex sindaco di Borghetto) e tutti in famiglia hanno la montagna nel sangue – la motivazione del premio -. Nel 1976 i suoi fratelli, Andrea e Tonino, sono mancati durante un’ascesa sul Monte Bianco per proteggere due loro amici. Per circa 25 anni ha smesso di andare in montagna, poi con il suo compagno ha ricominciato a viverla a 360 gradi. Da allora ha raggiunto tantissime grandi vette del mondo: in Patagonia, in Alaska, in Cina e in tutta Italia. Esempio chiaro di tenacia, preparazione, allenamento, disciplina, determinazione e sacrificio. La sua impresa ha avuto anche uno scopo benefico, la raccolta fondi per l’Associazione Dynamo Camp Onlus».

Il pubblico intervenuto al tradizionale concerto di Natale nella chiesa parrocchiale

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 10 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.