S. Giuliano, per salvare Rocca Brivio spunta il progetto di una fondazione
Una manifestazione che si è tenuta all’interno di Rocca Brivio

S. Giuliano, per salvare Rocca Brivio spunta il progetto di una fondazione

Entro il 20 aprile dovranno esserci le condizioni per creare una fondazione, altrimenti il maniero andrà all’asta

Conto alla rovescia per salvare Rocca Brivio dalla vendita ai privati: entro il 20 aprile dovranno esserci le condizioni per creare una fondazione, altrimenti il maniero andrà all’asta.

A breve verrà aperta una nuova raccolta delle manifestazioni di interesse, rivolta ai potenziali investitori, al fine di costituire un organismo che conterebbe anche sulla presenza dei Comuni di San Donato, San Giuliano e Melegnano, nonché dell’associazione culturale che detiene una piccola partecipazione.

La decisione di intraprendere in via prioritaria la strada della fondazione è stata assunta dall’assemblea dei soci che si è riunita venerdì alla presenza dei rappresentanti di Cap Holding, che detiene il 51 per cento delle quote, nonché degli amministratori coinvolti in questa partita. Se la strategia non andasse in porto, si avvierà l’iter per la vendita e, in assenza di acquirenti, a quel punto verrà dato seguito alla cosiddetta “retrocessione”: in ultima battuta la Rocca tornerebbe nelle mani dei soci, i quali si troverebbero ad affrontare una serie di difficoltà di carattere gestionale.

Il sindaco Marco Segala commenta: «Ho seguito quanto è stato deciso nell’atto di indirizzo votato all’unanimità dal consiglio comunale (eccetto il capogruppo di Cinque stelle Nicola Aversa, ndr), ma al tempo stesso ho chiarito in tutte le sedi che questa fase si deve chiudere entro il 20 aprile in quanto è necessario darsi delle scadenze».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.