Esami raffinati e precisi con la nuova risonanza
La nuova risonanza magnetica arrivata all’ospedale di Lodi, «é una delle migliori macchine presenti sul mercato»

Esami raffinati e precisi con la nuova risonanza

Lodi: apparecchio più potente installato, al Maggiore si fanno circa 50 esami al giorno

Una nuova risonanza magnetica per l’ospedale Maggiore di Lodi. È la seconda in assoluto nella storia della sanità lodigiana. Quella in uso fino ad oggi risaliva al 2012. Si trattava di una risonanza aperta, da un tesla solo. «Questa - spiega la primaria Paola Scagnelli - è da un tesla e mezzo, il magnete quindi è molto più potente e il modello è un modello di punta nell’ambito delle risonanze magnetiche. Possiede tutti i software di elaborazione per gli esami più complicati. Possiamo fare gli studi vascolari e studiare il liquor nel cervello, per valutare se ci sono delle interruzioni nel passaggio della sostanza. Abbiamo anche un software di ricostruzione di spettroscopia, per visionare le sostanze presenti all’interno di una lesione e diagnosticare la patologia».

L’ingresso dell’ospedale

La macchina di prima, ammette Scagnelli, «era molto datata. Era aperta - dice - e quindi come tale meno potente. Se si vogliono esami ad alto livello diagnostico è meglio farli ad alto campo, così sono più precisi. Quella di Sant’Angelo è una risonanza magnetica aperta, ma la utilizzeremo per i piccoli segmenti, dalle ginocchia alle caviglie. Per studiare i vasi e il cervello bisogna avere a disposizione, invece, una macchina ad alto campo. Questa di Lodi è una delle macchine migliori presenti sul mercato».

A fare gli esami sono «gli operatori della società esterna Alliance, in condivisione con noi radiologi dell’Asst - dice Scagnelli -. Gli esami sono tutti i giorni dalle 7 alle 21 o 22, sabato e domenica compresi. In media, vengono eseguiti esami ogni 20 minuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.