Trova mille euro nel Cittadino mentre beve un caffè al bar
Trova mille euro nel «Cittadino»: una lettrice decisamente fortunata (archivio)

Lodi, va al bar e trova 1000 euro nel «Cittadino»

Il curioso episodio al Calicantus del Passeggio: soldi affidati alla polizia di stato

Lodi

Va al Bar Calicantus a bere il caffè, apre «il Cittadino» e sul pavimento incominciano a piovere banconote. Le contano, sono più di mille euro. Lei, una cliente abituale del bar, rimane sbalordita. Invece di far finta di niente, raccogliere tutto e scappare via, mostra ai presenti il ricco “bottino”. La barista avverte la polizia. Arrivano due agenti. Mentre studiano il caso, entra trafelato un ragazzo. «Avete trovato dei soldi? - dice -, sono miei». La polizia si fa dare i documenti, controlla e poi restituisce il denaro. L’avventore sbadato, ma anche “fortunato” per essere incappato in tanta onestà, a quel punto, lascia il locale, promettendo alla donna di offrirle, un altro giorno, una tazzina di caffè.

La donna che ha trovato i soldi nel «Cittadino» e che abbiamo contattato è agitata. «Sono ancora in subbuglio - racconta Iolanda Berselli, residente in viale Agnelli -. Martedì sono andata al Calicantus dei Giardini, a bere il caffè. Lo faccio tutti i giorni, intorno alle 15.30. In quel momento eravamo solo io, la barista e una signora con il passeggino. Fuori faceva freddo, così ho preso “il Cittadino” a disposizione dei clienti e sono andata all’interno del bar. Quando ho aperto il giornale sono cadute tutte intorno a me un sacco di banconote da 50 e 20 euro. Erano tanti soldi. “Guardate cosa è successo”, ho detto rivolgendomi ai presenti. Non avevo mai visto tanti soldi così insieme prima di allora. Allora abbiamo raccolto le banconote e le abbiamo contate. Erano 1020 euro. “Magari è di una persona anziana che li ha persi. Magari rappresentano la sua pensione e sono anche gli unici soldi che ha per vivere. Non posso prenderli io”, ho pensato».

La barista ha chiamato la polizia. «Quando i due agenti sono arrivati - continua Berselli -, hanno preso i miei dati. Ho spiegato che avevo trovato quei soldi e ho detto che mi sarebbe dispiaciuto tenerli, magari erano i soldi di un anziano che doveva pagare l’affitto. Gli agenti si sono fatti consegnare i documenti da tutti i presenti. Dieci minuti dopo è entrato un ragazzo. Io ero confusa, non so bene cosa abbia detto, ma ha spiegato che erano suoi e li aveva dimenticati lì. La polizia ha parlato con lui e poi gli ha consegnato la somma. Vedere tutti quei soldi non mi ha fatto dormire dall’agitazione tutta la notte. Sono stata contenta di averglieli dati». Adesso aspetta il suo caffè.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.