Bambini in auto: corsa all’acquisto dei dispositivi anti-abbandono
Alcuni modelli in vendita in uno store del Lodigiano

Bambini in auto: corsa all’acquisto dei dispositivi anti-abbandono

Seggiolini, da oggi entra in vigore la nuova norma di sicurezza

Qualcuno l’ha scoperto stamattina, ascoltando il telegiornale. Qualcuno invece lo sapeva già, ma non aveva fatto bene i conti con l’entrata in vigore repentina. Ergo quindici dopo la pubblicazione - che risale al 23 ottobre - sulla Gazzetta Ufficiale. Ed è corsa all’acquisto, in queste ore, nei punti vendita dedicati all’infanzia nel Lodigiano, per i dispositivi anti-abbandono per i seggiolini delle auto. A prevederlo è il regolamento di attuazione dell’articolo 172 del nuovo Codice della Strada, che prevede anche sanzioni amministrative da 81 a 326 euro - il pagamento entro cinque giorni è di 56.70 euro - e la decurtazione di 5 punti della patente.

Mamme, papà, nonni, questa mattina, in tanti si sono ritrovati a dover provvedere all’acquisto di corsa per mettersi in regola, facendo domande e cercando aiuto proprio nei punti vendita. Ancora nessun chiarimento, peraltro, sul fronte degli incentivi previsti dal Governo tramite un apposito fondo nel dl fisco: si è parlato di 30 euro a dispositivo, che hanno un costo variabile tra i 40 e gli 80 euro, ma deve essere ancora approvato il decreto che disciplina le modalità di erogazione. Per questo, nel dibattito politico, c’è anche chi chiede una “moratoria” al Viminale per non incidere da subito con le sanzioni sulle famiglie, che non sono ancora adeguatamente informate.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola 8 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.