I maxi cantieri per gli acquedotti pronti a “saltare” la provinciale
I cantieri per il collegamento delle reti idriche arrivano ora sulla Pandina

Vizzolo, senso alternato sulla provinciale per i maxi cantieri degli acquedotti

Dopo tre mesi nel centro abitato, i lavori approdano sulla Pandina: nuove disposizioni viabilistiche in vigore da lunedì

Ultime due settimane di scavi e lavori sulla provinciale Pandina a Vizzolo. I cantieri riguardano la realizzazione l’interconnessione degli acquedotti vizzolesi, situati uno all’interno e l’altro all’esterno dell’abitato.Arrivato alla provinciale 138 i cantieri sovranno “bypassarla”, causando nei prossimi giorni, a partire da lunedì 4 novembre, il restringimento della carreggiata e l’introduzione del senso di marcia alternato.Per rendere più ordinata la circolazione saranno installati semafori mobili, come è stato in via Verdi dall’inizio delle opere in avanti.

L’intervento di Cap Holding, costato 228mila euro, serve a collegare l’acquedotto storico di Vizzolo collocato nella zona più antica dell’abitato, oggi piazzetta del Lavatoio, e la più recente nuova torre che sorge tra i campi al confine con i territori di Casalmaiocco e Dresano.

L’esistenza di due diversi punti d’appoggio nelle distribuzione dell’acqua potabile ha sempre creato problemi di continuità di pressione e quindi difficoltà di distribuzione regolare nelle diverse zone del Comune.

Il problema poteva essere risolto solo con l’interconnessione diretta fra la cisterna di piazzetta del Lavatoio e la torre costruita negli anni Ottanta. La via più interessata dal collegamento è stata via Verdi, principale strada di tutta Vizzolo, nella quale gli scavi si sono sviluppati per settecento metri dall’incrocio con via Melegnano alla strada Pandina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.