Sosta selvaggia e pedoni, sabato a rischio sulla 234
Situazione da incubo il sabato notte nel tratto di 234 davanti all’Impero

Sosta selvaggia e pedoni, sabato a rischio sulla 234

Codogno: situazione da incubo tra la mezzanotte e le 4 del mattino

Auto parcheggiate fino all’area artigianale e commerciale, vetture in seconda fila che marciano a passo d’uomo per trovare parcheggio, pedoni che camminano sul ciglio della strada o l’attraversano improvvisamente, spesso in punti bui, il tutto su un tratto di strada provinciale, la 234 Mantovana. Il sabato sera tra mezzanotte e le 4 del mattino è un incubo per la sicurezza transitare sull’arteria che collega Casale con Codogno, sotto accusa i clienti della discoteca Impero, e le istituzioni che non fanno (quasi) nulla.

Una situazione nota da tempo, ma per la quale al momento non si è riusciti a fare nulla: in quell’orario, dalla mezzanotte alle 4, è praticamente impossibile avere in servizio la polizia locale, mentre i carabinieri, ridotti all’osso nel turno notturno, non mettono tra le priorità la circolazione.

Il sindaco Passerini

Tre anni fa il sindaco Francesco Passerini aveva emesso un’ordinanza e fatto chiudere il locale per qualche mese per una controversia di tipo urbanistico, ma risolta quella, l’amministrazione non ha molte armi.

La protesta corre sui social il lunedì mattina, e per la terza volta in ottobre sono numerose le segnalazioni di pericolo sulla strada provinciale nelle serate di grande richiamo della discoteca Impero. Quando tutte le sale del locale notturno propongono spettacoli o serate di richiamo, il piccolo parcheggio della discoteca (pure ampliato un anno fa) non riesce a reggere il carico di tutti i clienti. E così parte il parcheggio selvaggio lungo la strada provinciale, dal cavalcavia della nuova tangenziale, vicino al quale si trova l’Impero, per un lungo tratto, a volte fino dopo la curva dove si apre la zona artigianale e commerciale, per circa 600 o 700 metri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.