Il caso ex Curioni in commissione regionale il 7 novembre
Galgagnano, protesta dei lavoratori

Il caso ex Curioni in commissione regionale il 7 novembre

Intanto un’interrogazione parlamentare chiede un tavolo di confronto ministeriale sui licenziamenti

Arriva anche in Parlamento la vicenda della Bw Papersystems di Galgagnano, le ex Officine Curioni la cui proprietà americana ha annunciato la chiusura con il licenziamento di 60 dipendenti su 81. Valentina Barzotti, onorevole del Movimento 5 stelle, ha infatti presentato un’interrogazione in commissione attività produttive con la quale chiede se i ministri «non ritengano prioritario convocare un tavolo di confronto ministeriale, volto sia alla tutela e alla salvaguardia dei posti di lavoro a rischio nel caso di specie che al rilancio delle imprese in crisi».

Intanto a livello regionale la vicenda dello stabilimento di Galgagnano sarà affrontata in commissione il prossimo 7 novembre. Lo annuncia Patrizia Baffi, consigliere regionale di Italia Viva: «L’audizione che avevo richiesto in data 7 ottobre attraverso formale richiesta indirizzata al Presidente della IV Commissione- attività produttive e lavoro di Regione Lombardia, di cui sono componente, dopo ulteriore mio sollecito, avvenuto nella giornata di ieri, è finalmente stata fissata. Lavoratori, Sindacati e Assolombarda, oltre ai rappresentanti istituzionali del territorio, saranno auditi giovedi 7 novembre in Commissione».

Patrizia Baffi ha anche sottolineato che da quando ha chiesto l’intervento della della IV commissione, l’assessore alla Formazione e Lavoro,Melania Rizzoli, ha convocato le parti al Ministero dell’Economia e Finanza affinchè vengano scongiurati i licenziamenti; mentre le Rsu hanno chiesto l’applicazione del contratto di solidarietà per i lavoratori.

Intanto a palazzo San Cristoforo si è tenuto nel pomeriggio il consiglio provinciale dedicato al tema del lavoro e delle multinazionali in fuga dal Lodigiano, alla presenza proprio dei lavoratori ex Curioni e dei sindacati. L’assemblea provinciale ha approvato un documento che esprime solidarietà ai lavoratori e alle loro famiglie e invita il presidente a portare la questione alle istituzioni competenti, sensibilizzando l’intero territorio e i singoli comuni sul tema dell’occupazione di qualità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.