Smog, le polveri iniziano a salire
Traffico a Lodi

Smog, le polveri iniziano a salire

Legambiente: «Non si fa abbastanza»

Lodi

Tornano a salire le polveri sottili: a Lodi si è toccata la media giornaliera di 65 microgrammi per metro cubo. Da questa settimana, infatti, in Lombardia è possibile riattivare gli impianti fino al 15 aprile, per un numero massimo di 14 ore giornaliere. Legambiente va all’attacco, sottolineando che in regione non si fa abbastanza.

«Le azioni messe in campo da Regione Lombardia non mirano a ridurre l’inquinamento in modo sistematico – spiega Marzio Marzorati, vicepresidente di Legambiente Lombardia –. Gli incentivi per cambiare il parco auto circolante avrebbero dovuto essere più restrittivi nei confronti dell’acquisto di auto diesel, i motori più inquinanti e avendo una visione sul lungo periodo, quest’anno continueremo ad essere ostaggio di un’aria malsana carica di smog».

I “5 Stelle” criticano la giunta Casanova: «Da tempo chiediamo all’assessore Tarchini di attivarsi in tempi celeri per consentire ai monopattini elettrici di circolare in città», senza successo, così sostiene il consigliere comunale Massimo Casiraghi.

L’assessore all’ambiente Alberto Tarchini, fa sapere il Broletto, è al lavoro per definire una serie di iniziative, con “buone pratiche” per migliorare la qualità dell’aria. In questi giorni il Comune sta promuovendo il bando regionale che - fino al 30 settembre 2020, salvo esaurimento anticipato delle risorse - permetterà di accedere agli incentivi messi a disposizione da Regione Lombardia per la sostituzione di autovetture inquinanti, con modelli a basse emissioni, destinati al trasporto di persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.