Morso da un serpente nella sua ditta, un 86enne finisce all’ospedale
I resti del serpente che ha morsicato un 86enne

Morso da un serpente nella sua ditta, un 86enne finisce all’ospedale

Paura questa mattina nella zona industriale del Codognino, i medici hanno trattenuto il pensionato in osservazione e hanno recuperato la testa del rettile

Cornegliano

Torna nell’azienda che aveva fondato, e di cui è ancora socio, per controllare che tutto sia a posto e si mette a ripulire con le mani un angolo in fondo al piazzale dove crescono le erbacce. A un certo punto un serpente lungo una sessantina di centimetri lo morsica alla mano destra, tra l’indice e il medio, e non vuole più mollare la presa. È successo verso le 11 al Codognino di Cornegliano Laudense, vittima un 86enne che è stato portato in ospedale a Lodi e trattenuto in osservazione.

Con il serpente ancora attaccato alla mano, il pensionato ha avuto la prontezza di spirito di colpirlo più volte con un bastone. Visti i buchettini rimasti nella pelle, dai quali usciva del sangue, familiari e dipendenti hanno preferito chiamare l’ambulanza.

I parametri vitali dell’86enne erano regolari, l’uomo comunque è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Lodi, dove hanno effettuato dei prelievi per verificare eventuali alterazioni del sangue dovute a tossine, e hanno chiesto se fosse possibile disporre della testa del rettile, per l’identificazione.

Il reperto è stato ben presto fatto arrivare da Cornegliano e, di fronte all’ipotesi che potesse trattarsi di uan specie minimamente velenosa. il pensionato è stato trattenuto per l’intera giornata in osservazione. Dimensioni, colore e modalità dell’attacco portano però gli esperti a ritenere che sia un biacco, bis-ranè o milò in dialetto, che uccide le sue piccole prede per costrizione e non è velenoso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.