Una task force di Comuni sull’allarme prostituzione

Una task force di Comuni sull’allarme prostituzione

Nel Sudmilano hanno risposto finora in cinque

Contro l’emergenza prostituzione sulle strade del Sudmilano, arriva una task force composta dai Comuni del territorio, per adesso cinque. Dopo il primo incontro dei giorni scorsi proprio a Colturano, è stato il vicesindaco Fabrizio Villanacci ad illustrare gli obbiettivi del progetto.

All’incontro di questi giorni, a cui hanno preso parte gli amministratori di Carpiano, Colturano Mediglia, Pantigliate e Tribiano. «In realtà abbiamo invitato anche i Comuni di Casalmaiocco, Cerro, Dresano, Melegnano, San Donato, San Giuliano, San Zenone e Vizzolo che, complici una serie di impegni di carattere istituzionale, non sono riusciti ad intervenire» specifica Villanacci. Spiega il vicesindaco: «Quello della prostituzione è un fenomeno molto radicato nell’intero Sudmilano, solo a Colturano talvolta sono anche otto le lucciole presenti lungo la Cerca e la Sordio-Bettola, le due trafficate provinciali che attraversano il nostro territorio . Nasce da qui la necessità di costruire un tavolo comune».

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.