Dai colossi logistici alle cartiere: i 1500 posti di lavoro finiti nel nulla

Nel Lodigiano 1500 posti di lavoro svaniti nel nulla

Da Fm a Ospedaletto all’interesse di spagnoli e turchi sull’ex Gulf, i progetti che non sono riusciti a decollare

La Bassa attrae, ma solo sulla carta. In un territorio che, unitamente al resto del Lodigiano, alla fine del 2018 registrava ancora circa 20 mila persone iscritte alle liste di disoccupazione, le operazioni imprenditoriali che negli ultimi quattro anni avrebbero fruttato circa 1.500 posti di lavoro (promessi almeno) sono apparse ma in più di un caso “scomparse”. Oppure resistono stoicamente alle tempistiche tutt’altro che conformi alle esigenze di mercato.

Il riferimento va alla proposta Fm Logistic sulla aree agricole a ridosso del casello autostradale di Ospedaletto: alla fine, dopo lunga attesa, è stato l’operatore a voltare le spalle (proprio quando era pronto l’accordo fra enti, condiviso con l’investitore stesso).

In questi anni però c’è anche chi si è fatto avanti per rilanciare l’area dismessa della ex Gulf di Bertonico e realizzare una cartiera. I primi sono stati gli spagnoli, subito superati però dalla proposta dei turchi di Eren (altra dote di 600-900 posti di lavoro). Tuttavia, di quell’operazione (naufragata ormai) non si è più saputo nulla.

Si tratta di fatti, di vicende che indicano come la burocrazia italiana pesi sulla difficoltà di dare risposte celeri agli operatori che vogliono investire. Una burocrazia che non aiuta a fare chiarezza sulle scelte amministrative di sviluppo del territorio su cui intervengono associazioni di categoria e sindacati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.