Quasi pronta la rotatoria della A1, taglio del nastro a fine novembre
Lavori in corso per il nuovo accesso in A1 e per la tangenzialina

Ospedaletto: conto alla rovescia per il nuovo ingresso in autostrada

Lavori in corso anche per la tangenzialina: cantieri agli sgoccioli. Inaugurazione prevista in novembre

La data esatta non è ancora stata fissata. Ma quel giorno sarà storico per la Bassa: a fine novembre la Provincia di Lodi inaugurerà la tangenziale di Ospedaletto Lodigiano, che il territorio attende da ormai 40 anni. Un primo lotto, in realtà, è aperto già dai primi di settembre (dall’incrocio per Livraga all’innesto verso Orio). Per la terza settimana di ottobre, invece, è previsto il completamento della rotonda che conduce al casello autostradale.Secondo quanto annunciato dal consigliere provinciale delegato, Enrico Sansotera, il complesso delle opere dovrebbe essere oggetto di un’unica inaugurazione, entro il mese di novembre.

Passando lungo la Mantovana, il cantiere appare effettivamente alle battute finali. In particolare, chi è diretto in autostrada, non può non notare l’ampio diametro della rotatoria di innesto alla tangenziale e di accesso all’A1 che sta prendendo forma. Nella Bassa la tangenziale di Ospedaletto rappresenta (insieme alla tangenziale di Casale) una delle opere che il territorio ha maggiormente atteso. Ogni giorno, da anni, lunghe colonne di auto e di mezzi pesanti intasano la strada Mantovana (asse fondamentale Cremona-Mantova-Pavia) all’altezza dell’incrocio semaforico cosiddetto del Cristo (per la presenza dell’omonima trattoria) generando problemi dal punto di vista dell’inquinamento (ambientale e acustico) e del traffico (per superare l’incrocio nelle opere di punta sono necessari fino a 20 minuti).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.