Lodi, nuovi dirigenti negli “uffici chiave” della questura

Lodi, nuovi dirigenti negli “uffici chiave” della questura

Cambio della guardia per Volanti, Digos, Immigrazione, Anticrimine e Gabinetto

Quattro nuovi dirigenti in questura a Lodi. Dalle Volanti all’ufficio immigrazione, dalla Digos all’Anticrimine. Le nomine sono di questi giorni e sono il risultato di una serie di trasferimenti in entrate e in uscita dalla questura decisi dal ministero dell’Interno.

Il 31enne Michele Mei, commissario capo e di origini bergamasche, va quindi a dirigere l’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, ovvero le volanti. Proviene dalla Scuola Superiore di Polizia, dove ha frequentato il 107° Corso di formazione per Funzionari della Polizia di Stato.

Michele Mei, dirigente delle Volanti

Mei prende il posto di Michele Saglio, commissario capo approdato a Lodi dal 2017 e dallo scorso aprile dirigente dell’ufficio di gabinetto e della Digos.

Michele Saglio, dirigerà l’ufficio di gabinetto e la Digos

La guida della divisione di polizia amministrativa, sociale e dell’immigrazione è affidata al vice questore Angelo Sais, originario della provincia di Como, classe 1965, proveniente dalla questura di Como dove negli ultimi hanno ha diretto la Squadra Mobile e l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico. Prende il posto del Commissario Capo Alessandro Barone, a sua volta trasferito a Vercelli.

Il vice questore Angelo Sais, a capo dell’ufficio immigrazione

Infine il vice questore Andrea Rosiello, romano classe 1971 e proveniente dalla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga del Ministero dell’Interno, ha assunto il ruolo di Dirigente facente funzioni della Divisione Polizia Anticrimine, in sostituzione del Primo Dirigente Maurizio Ferraioli, trasferito a Monza.

Il vice questore alla guida della divisione Anticrimine Andrea Rosiello

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.