Piccioni morti e rifiuti abbandonati: il rilancio dell’ex asilo è una chimera
L’ingresso dell’ex asilo di via Volturno con alcuni sacchetti di deiezioni canine abbandonati

Lodi, degrado senza fine all’ex asilo di via Volturno

I passanti ne approfittano per trattare l’immobile come una discarica

Piccioni morti e decine di sacchetti stracolmi di deiezioni canine, lanciati davanti all’ingresso dai passanti. L’ex asilo nido di via Volturno, in pieno centro storico, ha visto decisamente tempi migliori. L’erba cresce senza cura, mentre gli incivili ne approfittano per gettare i rifiuti di casa o quelli del cane al di là del cancello. Sulla porta di quella che una volta era una scuola destinata ai bambini più piccoli si possono ancora leggere i vecchi avvisi affissi dalle operatrici.

Quella che doveva essere la riqualificazione dell’area, auspicata dal Broletto, resta al palo. I proprietari dello stabile, la società Fabo srl, recentemente hanno deciso di fare un passo indietro, rinunciando alla proposta urbanistica che prevedeva la costruzione di nuove case.

Un progetto che era già stato adottato dal Comune nel dicembre scorso, proprio in quell’occasione la giunta Casanova aveva commentato positivamente l’intervento, destinato a migliorare la zona e a offrire nuovi parcheggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.