Centro sperimentale del latte, si è concluso l’ampliamento
Il Centro sperimentale del latte

Zelo, il “gigante” del latte raddoppia

Completata la nuova ala del centro sperimentale, marchio leader nel mercato dei probiotici e dei batteri

Cresce il Csl (Centro sperimentale del latte) di Zelo. È infatti stata completata la nuova ala dell’azienda leader nel mercato dei probiotici e dei batteri e ora lo stabilimento lodigiano (un altro è a Pasturago) è pienamente operativo. Oggi lavorano in loco un’ottantina di dipendenti, ognuno formato, qualificato nel settore di competenza. E con il raddoppio del polo zelasco molti dei dipendenti di Pasturago hanno potuto avvicinarsi a casa.

Ora lo stabilimento, forte di una superficie complessiva di 4mila metri quadrati da 2 piani da 2mila metri quadrati ciascuno, è pienamente operativo. «Il gruppo Sacco – spiega Martino Verga, uno dei titolari del Csl– ha acquisito nel 2013 il Csl. Ed è stata subito chiara l’intenzione di dare centralità al centro di Zelo, all’interno del nostro Polo Biotech di eccellenza. Oggi abbiamo uno stabilimento moderno, all’avanguardia, con una qualificazione sempre più spiccata. Nel dettaglio si è deciso di interrompere la produzione dei fermenti lattici per l’industria alimentare, puntando invece a batteri per l’industria farmaceutica e probiotici».

Forte delle migliori certificazioni del caso, il futuro del polo zelasco sembra sempre più roseo: «Abbiamo richieste in continuo aumento, ma con l’ampliamento a Zelo abbiamo la capacità di incrementare la produzione di circa il 25-30 per cento – annuncia il titolare -. In tutto il mondo stabilimenti certificati per la produzione di fermenti lattici adatti all’uso farmaceutico sono solamente tre, due li abbiamo noi, l’altro è di un concorrente. Rappresenta strategicamente un vantaggio notevole, in quando tutte le industrie che intendono usare fermenti lattici a tale scopo si rivolgono a noi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.