Rifiuti, Codogno torna a bruciare
Nuovo incendio tra i rifiuti a Codogno (Bagatta)

Rifiuti, Codogno torna a bruciare

Nuovo focolaio in via La Malfa, poi i pompieri domano il rogo

Ci hanno messo poco meno di un’ora e mezza i vigili del fuoco di Lodi e di Casale a domare l’incendio che è tornato a sprigionarsi nel capannone della GGM Ambiente di Codogno, già quasi completamente distrutto dal devastante rogo scoppiato nella notte tra il 27 e il 28 agosto in via La Malfa, zona Mirandolina. Le fiamme si sono sprigionate all’interno del macchinario compattatore dei cartoni, e hanno causato un alto pennacchio di fumo nero che ha messo in allarme le attività circostanti.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della compagnia di Codogno e quelli della Forestale di Lodi, a cui la Procura ha affidato la delega per le indagini del maxi-incendio. Solo ieri mattina in prefettura si era tenuto un vertice proprio per fare il punto sulla situazione, con l’incendio che dopo 9 giorni e notti di spegnimento ininterrotto da parte dei pompieri sembrava definitivamente domato.

Impossibile al momento stabilire se si sia trattato di un focolaio di ritorno, quindi mai completamente spento, sotto il cumulo di rifiuti o se si sia trattato di un nuovo incendio.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola mercoledì 11 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.