Dopo il rogo di Codogno al via il monitoraggio dei siti «ufficiali e abusivi» di rifiuti

Dopo il rogo di Codogno al via il monitoraggio dei siti «ufficiali e abusivi» di rifiuti

Summit in prefettura, non sono emersi rischi per la salute e l’ambiente

Nessun rischio per l’ambiente e per la salute dei cittadini. Ma la gravità di quanto accaduto impone «un monitoraggio dei siti ufficiali e abusivi di rifiuti» e una «organica attività di prevenzione». È quanto scaturito dal comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato per ieri mattina a Lodi dal prefetto Marcello Cardona sul maxi incendio di rifiuti divampato due settimane fa alla GGM Ambiente di Codogno. Presenti al tavolo i vertici delle forze dell’ordine, il sindaco di Codogno (e presidente della Provincia) Francesco Passerini, il comandante dei vigili del fuoco Giuseppe Di Maria, il direttore del dipartimento Lodi-Pavia di Arpa Lombardia Sergio Padovani e il comandante del gruppo Forestale dei carabinieri Andrea Fiorini.

«Non sono emerse particolari criticità né sotto il profilo ambientale né sotto l’aspetto di tutela della salute dei cittadini - viene riferito dalla prefettura -. Ma è stato avviato un confronto tra i vari organi istituzionali per una più organica attività di prevenzione, oltre a un approfondimento tecnico operativo che seguirà il monitoraggio già intrapreso dalla prefettura sui siti ufficiali e abusivi di rifiuti».

Nel rogo, scoppiato a fine agosto, bruciarono tonnellate di rifiuti, anche pericolosi e speciali, ma i rilievi dell’Arpa non hanno evidenziato nell’aria una presenza oltre il livello di allerta di diossina e benzo(a)pirene.

Al vertice in prefettura si è parlato anche della ripresa dell’anno scolastico e del rischio di episodi di bullismo e di consumo e spaccio di stupefacenti. Fenomeni che, dati alla mano, sono in linea con quanto avviene a livello regionale e nazionale. «Le forze dell’ordine continueranno gli incontri formativi nelle scuole e saranno in prima linea nei controlli finalizzati a garantire la sicurezza in occasione dei viaggi di istruzione»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.