Troppo stress per i camion, il ponte finisce sotto esame
La fessura richiusa dal servizio tecnico del Comune sul ponte, che è comunque di competenza della Città Metropolitana di Milano

Troppo stress per i camion, sotto esame il ponte sul Lambro a San Colombano

Si apre una fessura nelle giunture, già richiusa dal servizio tecnico del Comune

Troppi mezzi pesanti sul ponte del Lambro a San Colombano, si apre una fessura nelle giunture, già richiusa dal servizio tecnico del Comune banino. Nessun allarme per ora, ma giovedì è previsto un sopralluogo dei tecnici della Città Metropolitana di Milano, competente sull’infrastruttura. Le condizioni del ponte da tempo lasciano trasparire qualche segnale di vecchiaia, tanto che una delle due passerelle pedonali è chiusa ormai da un decennio e più, e il manto stradale presenta rugosità e sfarinature.

Dopo il crollo del ponte Morandi a Genova, un anno fa, la Città Metropolitana erede della Provincia di Milano, competente sull’opera, aveva classificato il manufatto in seconda fascia, sulle tre in cui aveva suddiviso i ponti della Provincia in base all’urgenza con cui svolgere indagini statiche sulla sicurezza. Il che significa che non ci sarebbe stata nessun tipo di analisi almeno fino al 2020.

Invece, settimana scorsa, l’improvvisa accelerazione, complice la chiusura del tratto di strada provinciale 234 a Ospedaletto, che per sette giorni ha deviato il traffico diretto nel Pavese sull’asse Livraga-Borghetto-San Colombano, facendo transitare sul ponte numerosi tir e mezzi pesanti.

Venerdì mattina, dopo le segnalazioni degli automobilisti, è scattato il sopralluogo degli agenti di polizia locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.