L’emporio solidale della Caritas, un approdo per chi è in difficoltà
Don Luca Violoni, prevosto di San Giuliano e presidente della Caritas cittadina

San Giuliano, progetto da 180mila euro per l’emporio solidale della Caritas

Consentirà alle famiglie in difficoltà di fare la spesa utilizzando una tessera a punti ricaricabile

All’inizio del 2020 aprirà a San Giuliano il primo emporio solidale del Sudmilano gestito dalla Caritas. Sarà una sorta di negozio, realizzato presso l’ex bar Acli di via Don Bosco 4, dove le famiglie bisognose potranno fare la spesa e recarsi alla cassa per utilizzare la tessera punti che verrà ricaricata ogni mese dall’associazione. Non circoleranno dunque soldi, ma una quota di punti che verrà assegnata in base ai singoli casi, in modo tale da consentire a chi è in difficoltà di scegliersi responsabilmente i prodotti che consuma.

Il servizio riguarda soggetti o famiglie in difficoltà temporanea e verrà erogato per dei periodi limitati di tempo. Per le situazioni più critiche, che riguardano nuclei ad alto tasso di povertà, il Banco della solidarietà continuerà il suo impegno con la distribuzione di circa 170 pacchi mensili. numero di utnti dell’emporio è stimabile nelle cento unità.

Il progetto richiederà una spesa complessiva di 180mila euro, e sarà in parte finanziato da Fondazione Cariplo, con un contributo di 100mila euro cui se ne aggiungeranno 15mila euro in arrivo dalla Conferenza episcopale italiana (Cei) mediante risorse provenenti dall’8 per mille.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.