Quanti fulmini nei cieli lodigiani: più di ottocento da inizio anno
Fulmini (foto d’archivio)

Dall’inizio dell’anno più di 800 fulmini sono caduti sul Lodigiano

Per l’esperto 3Bmeteo Corazzon la Lombardia è la regione italiana con più saette

Dall’inizio dell’anno - e fino a lunedì scorso - i cieli lodigiani hanno scaricato a terra la bellezza di 852 fulmini, un dato elaborato dal Cesi, il Centro elettronico sperimentale italiano, che ogni anno studia il fenomeno, accumulando una vasta esperienza sull’argomento. È come se Thor degli Avengers - il dio del tuono, per i non addetti al lavori - avesse spedito in questa piccola provincia tre fulmini e mezzo al giorno.

Secondo il Cesi, in tutta la Lombardia sono “piovute” 62.407 saette, Lodi è la provincia che vanta al momento la minor presenza. Le vicine di casa hanno fatto i conti finora con lampi e tuoni in gran quantità: Cremona ne ha registrati 2.860, Pavia 2.532 e Milano 2.845.

Nella classifica svettano Brescia con 17.186 e Bergamo con 13.888. Per quanto riguarda il resto della regione, i cieli di Sondrio hanno scatenato 5.866 saette, Como e Mantova poco più di 4mila, Lecco 3.805 mentre Mantova scende a 2.785.

«In Europa, i due paesi in cui cadono più fulmini sono l’Italia e la Svizzera - spiega Paolo Corazzon, meteorologo di 3BMeteo -, per questo i dati non ci stupiscono. In Italia, inoltre, proprio la Lombardia è la regione in cui ne cadono di più». La solita fortuna, penserà sicuramente qualcuno, ma l’area più colpita non è quella del Lodigiano, bensì l’alta Lombardia. Il loro numero varia di anno in anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.