La “Mantovana” bloccata Disagi in vista da lunedì
Rush finale per la concludere la realizzazione della nuova tangenziale a Ospedaletto, ma da lunedì sono previsti disagi per la viabilità

Ospedaletto, “Mantovana” bloccata e disagi in vista da lunedì

Il traffico verrà dirottato verso Livraga e Borghetto per consentire i lavori della nuova tangenziale

I lavori della tangenziale di Ospedaletto bloccano la strada Mantovana: da lunedì 26 agosto, disagi per automobilisti e mezzi pesanti. La realizzazione dell’innesto fra la strada provinciale 234 e la variante costringe infatti a sospendere il traffico fra Ospedaletto ed Orio Litta: i mezzi saranno deviati su Livraga, Borghetto e San Colombano. La data prevista per il ripristino della normale viabilità è il 31 agosto. Per il cantiere della tangenziale si tratta di fatto del rush finale: con la sistemazione dell’innesto fra il vecchio e il nuovo tracciato, infatti, fra poche settimane un primo lotto della variante (quello fra la cosiddetta rotonda BTicino e Orio Litta) potrà essere aperto al traffico.

Finora i lavori della tangenziale non hanno mai intralciato il traffico. In questo caso però la sospensione è necessaria, in quanto deve essere creato l’innesto della nuova strada sulla strada Mantovana, nel tratto di viale alberato che unisce Ospedaletto e Orio Litta (nel punto che finora era indicato con segnaletica gialla). Di fatto, quindi, l’intervento interessa pochi metri di tracciato, ma la sua interdizione al traffico implica forti disagi viabilistici. Provenendo da Casale infatti sarà possibile giungere solo fino all’incrocio del semaforo del Cristo.

A quel punto, per dirigersi in direzione Pavia sarà possibile svoltare verso Livraga. Il traffico che in genere è totalmente sostenuto dalla sp 234 nei Comuni di Ospedaletto e di Orio Litta sarà dunque riversato sui territori di Livraga, Borghetto e San Colomban

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.