le schede arrivate dal territorio lodigiano
I danni in un concessionario sulla 235

Tromba d’aria, il disastro verrà a costare oltre 25 milioni

Il Pirellone ha raccolto i moduli che ora dovranno essere vagliati dai tecnici. Sono ben 73

Danni per oltre 25 milioni in provincia di Lodi. È pesante il bilancio della tromba d’aria che la scorsa settimana ha travolto e messo in ginocchio una parte del Lodigiano, a partire dalla città capoluogo. Il “conto” arriva dagli uffici della Regione, che hanno raccolto in questi giorni i moduli Rasda inviati dai Comuni e dai privati con le richieste di risarcimento.

A livello regionale invece i comuni interessati sono 230, in particolare delle province di Lodi, Brescia e Cremona, per una somma complessiva che verrà richiesta al governo, con l’attivazione dello stato di emergenza, pari a circa 207 milioni di euro, per gli eventi atmosferici iniziati il 25 luglio e culminati il 12 agosto scorso.

Dal Lodigiano, le schede presentate sono 73. Che ora dovranno essere vagliate per valutare se abbiano i requisiti per essere ammesse a un’azione risarcitoria. I danni per i quali viene chiesto il risarcimento sono così suddivisi: mezzo milione circa per la prima emergenza; 2,1 milioni relativi alle infrastrutture; 2,4 milioni al territorio (tralicci, alberi, edifici pubblici in genere); 2 milioni per danni arrecati alle attività industriali, altri 1,5 milioni per quelli alle attività commerciali e circa 800mila euro per quelle artigianali; 6,1 milioni infine sono stati chiesti dai privati cittadini.

A questi 15,8 milioni, ne vanno sommati altri 10 richiesti dalle aziende agricole, anch’esse martoriate dal maltempo sia nelle colture che nelle strutture.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.