Conta dei danni dopo la tromba d’aria, richiesto lo stato di calamità naturale
I danni pesanti provocati dalla tromba d’aria a Carpiano: la struttura più colpita è il palazzetto dello sport, il cui tetto è stato scoperchiato

Conta dei danni dopo la tromba d’aria, richiesto lo stato di calamità naturale a Carpiano

Ieri c’è stato il sopralluogo in paese di un tecnico regionale per le prime valutazioni dopo il tornado

Dopo la terribile tromba d’aria di lunedì scorso, ammontano a quasi 2 milioni di euro i danni a Carpiano, dove è andato in gran parte distrutto il palazzetto dello sport. È questa la stima compiuta ieri dall’amministrazione guidata dal sindaco Paolo Branca, che in questi giorni ha chiesto alla Regione Lombardia lo stato di calamità naturale, attraverso il quale sarebbe possibile accedere ai fondi messi a disposizione dal governo di Roma.

Proprio ieri il personale dell’ufficio tecnico ha incontrato il responsabile per la valutazione del danno dell’unità territoriale di Regione Lombardia, che ha effettuato un sopralluogo a Carpiano per verificare la veridicità di quanto dichiarato dall’amministrazione: tra proprietà pubbliche e private, secondo l’esecutivo locale il danno sfiora i 2 milioni di euro, in crescita rispetto alle prime stime compiute 72 ore dopo il tremendo nubifragio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.