Supermercato aperto da sei anni, ma gli ingressi restano provvisori
Ecco come si presenta la viabilità lungo la provinciale 23 per Lodi

Il supermercato è aperto da sei anni, ma gli accessi restano provvisori

Il caso di Borghetto: lo svincolo per la zona commerciale, con gli ingressi ancora delimitati da new jersey in plastica, è a carico dei lottizzanti

A sei anni dall’insediamento a Borghetto del supermercato nell’area che fu della storica Sillaro e poi della tipografia Fenice, lungo la strada provinciale 23, la viabilità è ancora sistemata in modo precario, con new jersey di delimitazione dei percorsi e senza che nessuno se ne occupi. «Forse entro l’anno la definizione degli interventi necessari», spiega il sindaco Giovanna Gargioni. La realizzazione della viabilità è a carico dei lottizzanti dell’area.

Nel novembre 2013 aveva aperto i battenti il supermercato a marchio Ld (ora Md). L’inaugurazione era arrivata dopo un iter amministrativo piuttosto rapido, e con una viabilità d’accesso provvisoria, con il controviale e gli ingressi delimitati da new jersey in plastica bianca e rossa proprio di fianco alla provinciale 23 Lodi-Borghetto. A distanza di anni, tutto è ancora rimasto come allora.

La zona doveva essere sistemata dalla lottizzazione privata, in convenzione con la Provincia di Lodi, ma uno dei soggetti che doveva operare è andato in fallimento, la convenzione nel frattempo era arrivata a scadenza, nessuno aveva più chiesto nulla da palazzo San Cristoforo. «Noi in cinque anni e mezzo di amministrazione abbiamo continuato a battagliare perché si raggiungesse una soluzione definitiva, e forse ora qualcosa si muove – spiega Gargioni -. Infatti, il lottizzante rimasto sembra disponibile a prendersi in carico la sistemazione della zona. Entro l’anno potrebbe esserci la definizione degli interventi».

La viabilità prevista riguardava un nuovo mini-svincolo raccordato alla provinciale 23 per l’ingresso e l’uscita dal supermercato, con un controviale per canalizzare il traffico diretto all’esercizio commerciale in senso unico. Tutta la questione era stata ed è trattata dal lottizzante privato con palazzo San Cristoforo. Ora le parti sembrano sul punto di arrivare a un’intesa bonaria, ma restano gli anni persi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.