Codogno e Maleo lanciano l’appello per il raddoppio del binario unico
Un tratto della linea Milano-Mantova

Nuovo appello dalla Bassa per il raddoppio del binario unico

L’intervento sulla Codogno-Mantova «necessario e strategico»

Raddoppio della linea a binario unico Codogno-Cremona-Mantova: i Comuni di Maleo e di Codogno vigilano sul progetto di sviluppo ferroviario che oggi è solo sulla carta, ma che deve essere portato a termine. Afferma il sindaco di Codogno Francesco Passerini: «È evidente che si tatti di un’opera necessaria e strategica: alla stazione di Codogno si rivolgono ogni giorno circa 4.580 pendolari (che utilizzano le diverse linee); al potenziamento dell’infrastruttura deve poi seguire lo sviluppo dei servizi di linea».

L’intervento infatti è stato indicato come prioritario dal governo (lo stesso governo che a breve però potrebbe cadere, rallentando inevitabilmente gli investimenti e le opere) e risulta inserito nello schema di Contratto di programma 2017-2021 (parte investimenti fra Rfi e ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti). Per Regione Lombardia due sono i lotti: il primo, Piadena-Mantova, pari a circa 340 milioni (finanziato), e il secondo lotto, riguardante il tratto Codogno-Piadena pari a 560 milioni (ancora da finanziare).

E secondo il Piano investimenti presentato lo scorso febbraio da Rfi l’avvio dei lavori del primo lotto è previsto nel 2021.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.