Servizi scolastici non pagati, il Comune recupera 9.700 euro
Alcune famiglie hanno saldato il debito, altre hanno scelto la rateizzazione

Servizi scolastici non pagati, il Comune di Codogno recupera 9.700 euro

La sollecitazione rivolta alle famiglie “morose” sta dando i primi frutti

Quello della mensa non pagata è un tema che riguarda praticamente tutti i comuni del nostro territorio. E adesso, Codogno, ha deciso di affrontare la questione di petto. Giro di vite sui servizi scolastici a Codogno: dati di ieri alla mano, 82 famiglie “morose” hanno già proceduto al pagamento degli arretrati per un importo di 9.707,68 euro e altre 30 stanno usufruendo della rateizzazione per l’importo di 31.111,96.

Nei mesi scorsi il Comune aveva inviato 140 notifiche per l’importo di 72.702,78 euro, con l’avviso che i bambini appartenenti a nuclei familiari che presentino situazioni di morosità, dal prossimo settembre non avrebbero avuto accesso ai servizi scolastici comunali. E di queste 140 famiglie, la maggioranza ha risposto. Non solo, la maggioranza ha saldato il debito.

Il sindaco Passerini

«Avendo anche attivato il supporto dei servizi sociali sui casi marginali, senza che nessuno abbia fatto richiesta di contributi, il regolamento ha funzionato» commenta il sindaco Francesco Passerini .

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.