Strappate le unghie al gatto Camillo: «È stata una vera e propria tortura»
Il gatto vittima della violenza

Gatto vittima di violenza: un folle gli strappa le unghie

Lodi, raccapricciante episodio in zona San Gualtero

I padroni di Camillo, quando hanno ascoltato il verdetto del veterinario, hanno sentito un brivido correre lungo la schiena: “Al gatto mancano nove delle dieci unghie delle zampe posteriori – ha spiegato lo specialista -. L’unica spiegazione possibile è che qualcuno gliele abbia strappate”.

Un gesto raccapricciante, malvagio e inspiegabile, che si è svolto nel tranquillo quartiere residenziale di San Gualtero. Nel vialetto che attraversa i giardini, immerso nel verde, si vede un cartello con cui i padroni raccontano l’accaduto: “Io e mia moglie abbiamo deciso di affiggere il cartello al nostro cancellino per raccontare ai vicini cosa è successo, perché qui tanti hanno animali domestici, e a questo punto bisogna stare attenti, visto che c’è qualcuno capace di compiere atti di questo tipo” racconta il proprietario dell’animale, ripercorrendo tutta la vicenda.

La lettera dei proprietari

La settimana scorsa, il gatto è uscito di casa come sempre, ma al suo ritorno, nel tardo pomeriggio, i proprietari hanno subito notato un atteggiamento strano: «Si è rintanato in soffitta, rifiutando di mangiare ed evitando il contatto con le persone. Notavamo che si leccava le zampe, così il giorno successivo l’abbiamo portato dal veterinario». È stato proprio quest’ultimo a chiarire il motivo del malessere: «Ha detto che le unghie sono state strappate intenzionalmente, perché non ci sono altre lesioni che facciano pensare a un evento accidentale. Anche la veterinaria che ha rifatto le medicazioni qualche giorno dopo ha confermato la stessa spiegazione» racconta la famiglia, che ha altri due gatti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.