Il business park ritorna sul tavolo, l’operazione alla ribalta dopo mesi
Il rendering del futuro business park della Bassa: in vista 500 assunzioni

Ospedaletto, riparte il tavolo sul Business park

San Cristoforo deve presentare una proposta di accordo di programma, ma «senza consumo di suolo»

Torna sul tavolo la trattativa per il Business Park tra Ospedaletto e Livraga. Giovedì infatti Regione Lombardia ha incontrato Provincia di Lodi e Comuni stabilendo l’iter e le condizioni dalle quali non si potrà prescindere. Dunque, consumo di suolo zero, garanzia dei posti di lavoro secondo il contratto nazionale del lavoro, la qualità architettonica e polizze fideiussorie in caso di mancato rispetto degli accordi.

Entro settembre la Provincia si è impegnata a presentare a Regione una proposta di accordo di programma in questi termini. A quel punto sarà Regione a decidere se aderire all’accordo e avviare così l’iter di verifica sull’operatore e sull’investimento. In caso di esiti positivi, l’accordo di programma sarà sottoscritto.

Foroni

«Regione Lombardia ha già detto che non si potrà mai prescindere dal saldo zero del consumo del suolo (se urbanizzo 300 mila mq per Akno allora devo eliminare dai Pgt altrettanti mq di terreni edificabili), dalla garanzia della qualità dei 500 posti di lavoro previsti dall’operatore, dalla qualità architettonica del piano e dall’accettazione di polizze fideiussorie nel caso in cui gli accordi vengano disattesi» precisa l’assessore regionale al territorio Pietro Foroni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.