«Lodi al sole, ma che salasso!» Le polemiche sulla rassegna
Folla in piazza della Vittoria, un anno fa, durante un evento di Lodi al sole

«Lodi al sole, ma che salasso!»: polemiche sulla rassegna

Pd e Lodi civica criticano le scelte del vicesindaco Lorenzo Maggi

«Lodi al sole: costi fuori controlli e quartieri esclusi». Esplodono le polemiche sulla rassegna estiva del Broletto. Il Pd e il gruppo di Lodi civica bocciano ancora una volta il vicesindaco Lorenzo Maggi, titolare della delega alla Cultura in Comune.Tre i nodi critici evidenziati: le spese considerate troppo salate («anche a causa di alcune uscite discutibili, come quella per il “social media marketing”»), la scarsa attenzione ai quartieri dove organizzare gli eventi estivi e i problemi organizzativi.

Ecco un po’ di numeri citati dall’opposizione. «Quanto alle risorse investite – fanno i conti Pd e Lodi civica - dopo gli eccessi dell’anno scorso (250euro euro spesi, rispetto ad uno stanziamento iniziale a bilancio di 130mila euro) ci si aspettava maggior moderazione e previsioni più precise». L’opposizione incalza: «In realtà dopo aver già impegnato sino ad oggi oltre 150mila euro la giunta ha dovuto recuperarne altri 21.500 per la Notte Bianca (sottraendoli ad acquisti e servizi per la Biblioteca) ed è facile pronosticare che con la variazione di bilancio che verrà effettuata entro luglio sul piatto di Lodi al Sole verrà caricato ancora qualcos’altro».

Poi l’affondo del centrosinistra contro la giunta Casanova: «Oltre alla dimensione in sé dell’importo, che facilmente andrà anche quest’anno oltre i 200mila euro, stupisce la mancata vigilanza sull’andamento della spesa, soprattutto da parte dell’assessore al Bilancio Sichel».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.