Per la cava di Robbiano il sogno delle Olimpiadi invernali 2026
Il lago della cava di Robbiano di Mediglia. Non si potrà più attuare alcun tipo di attività estrattiva nel polo

Obiettivo Olimpiadi 2026 per la cava di Robbiano di Mediglia

Il lago potrebbe diventare polo turistico in vista della kermesse sportiva

Le Olimpiadi invernali alla cava di Robbiano di Mediglia. Un sogno che potrebbe diventare realtà. Di certo in quel sito non si estrarranno più inerti e il grande lago e la zona circostante potrebbero rappresentare fonte di grandi potenzialità. «Al momento non abbiamo comunicazioni ufficiali sui piani fissati per gli impianti estrattivi – dice il vicesindaco di Mediglia Gianni Fabiano – e siamo quindi in attesa degli atti relativi, dall’altro sappiamo che il nuovo piano cave non prevede nuove aree estrattive a Robbiano, un sito dove in realtà già da anni non si lavora più».

L’impianto estrattivo

L’area delle cave – in realtà sono due, una trasformata in pesca sportiva dalla proprietà, privata, e protetta da una recinzione invalicabile, l’altra sede di impianti di trasformazione di ghiaia, bitume e cemento – potrebbe infatti diventare un polo turistico capace di attirare visitatori, magari sull’onda dei progetti che nei prossimi anni interesseranno Milano e hinterland in vista delle Olimpiadi invernali del 2026.

In arrivo un progetto di riqualificazione per l’area?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.