Dottoressa lascia l’ospedale, cambia vita e va in Africa
Francesca Cagnoni, 37 anni, medico del Maggiore, colpita dal mal d’Africa

Dottoressa di Lodi lascia l’ospedale: cambia vita e va in Africa

Francesca Cagnoni, 37 anni, farà il medico in Uganda. La sua avventura è iniziata 10 anni fa, con la fondazione di una onlus

Cristina Vercellone

Lascia l’Italia, la famiglia, l’ospedale di Lodi e si trasferisce in Uganda. Francesca Cagnoni, 37 anni, dottoressa del reparto di medicina, ha deciso di cambiare vita. Andrà a curare i bambini con la malaria, a far partorire le mamme in difficoltà. Dopo anni passati a fare e disfare valigie, “rubando” il tempo alle ferie, Cagnoni ha detto basta. Ha deciso, a settembre si trasferisce là, nel piccolo villaggio di Kyatiri, ai confini del mondo.

«È in Africa - ammette la dottoressa - che mi sento al mio posto. Ho sempre voluto fare il medico, ma la felicità che provo quando sono lì è insuperabile. In Africa ho trovato la mia casa. Là ci sono molti bambini con la malaria e orfani di mamme morte durante il parto».

La sua avventura è iniziata 10 anni fa, con la fondazione della onlus Pace (Prevention and clinical education). Grazie alla collaborazione con un istituto di suore africane, Cagnoni ha aperto un “healt center” diventato il cuore della sanità a Kyatiri.

«C’è una casetta - hanno detto le suore - dovremo trasformarla in dispensario. Nel 2012 abbiamo realizzato una vera e propria maternità, la media è di 3 parti al giorno. Ci sono un pronto soccorso e un piccolo reparto di degenza. Il personale è solo ugandese. Adesso sono riuscita a organizzarmi e a partire, per occuparmi del mio dispensario».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.