Azienda speciale, arriva Soldati: tra gli obiettivi abbassare le rette
La casa di riposo di Casale

All’Azienda speciale di Casale arriva Soldati: l’obiettivo è abbassare le rette della casa di riposo

Prime nomine di peso per il neosindaco Delmiglio

È Mauro Soldati il nuovo presidente dell’Azienda speciale dei servizi di Casale. Nei giorni scorsi infatti il neo sindaco Elia Delmiglio ha nominato il nuovo consiglio di amministrazione di cui fanno parte anche Simon Grasso e Wilma Porati (nomi sempre vicini alla Lega come quello di Soldati che, come Porati, era in lista con Delmiglio) nonché Eleonora Cosimo (nominativo in quota Forza Italia-centrodestra) e Marco Minoia (componente di minoranza vicino al Partito democratico, al suo terzo mandato in Assc).

Mauro Soldati

Potenziamento dei servizi, riduzione delle rette della casa di riposo e accreditamento dei 17 posti letto del nucleo rosa: questi per l’amministrazione comunale sono obiettivi prioritari che l’Azienda speciale, ente strumentale del Comune cui fanno riferimento le farmacie comunali, la rsa, il centro diurno, l’assistenza domiciliare integrata e i servizi territoriali, sarà chiamata a perseguire.

Soldati, 43 anni, di Casale, una laurea in tecniche della prevenzione, è titolare di uno studio di consulenza tecnica per la sicurezza sui posti di lavoro ed è ancora attivo nel volontariato (è stato fra i vigili del fuoco ed è in Croce Casalese).

«È innanzitutto doveroso ringraziare il sindaco e l’amministrazione comunale per la fiducia che hanno accordato a me e alla squadra che fa parte del nuovo cda – è stato il primissimo commento del presidente Soldati –, ma ritengo altrettanto doveroso ringraziare chi ci ha preceduto a partire dall’ex presidente Antonio Spelta; è un’Azienda sana e vogliamo migliorarla – ha continuato – : le linee di questa amministrazione comunale sono già chiare e il cda è una squadra valida».

Leggi l’approfondimento sull’edizione de «Il Cittadino» in edicola venerdì 12 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.