Sant’Angelo, ennesimo rogo a cascina Belfuggito. Fumo visibile anche dai paesi vicini
Il fumo denso e nero

Sant’Angelo, ennesimo rogo a cascina Belfuggito. Fumo visibile anche dai paesi vicini

Sul posto carabinieri e vigili del fuoco

Sant’Angelo Lodigiano

A pochi giorni dall’ennesimo blitz dei carabinieri, oggi pomeriggio (martedì) è scoppiato l’ennesimo rogo a cascina Belfuggito di Sant’Angelo Lodigiano, vera e propria “terra di nessuno” abitata da numerose famiglie di etnia rom.

In fiamme, secondo quanto risulta, cumuli di rifiuti. Il fumo, denso e nero, è visibile anche dai paesi vicini. Sul posto carabinieri e vigili del fuoco.

Grande la preoccupazione della popolazione della zona, nella quale ci sono quartieri residenziali, la piscina comunale, l’ospedale, negozi, bar e un supermercato. Alcuni abitanti sono scesi per strada per monitorare la situazione, altri hanno contattato le forze dell’ordine e la nostra redazione (la foto che pubblichiamo ci è stata inviata da un lettore). Il sindaco Maurizio Villa ha seguito l’evolversi dell’incendio, tranquillizzando attraverso i mezzi di comunicazione ufficiali del Comune di Sant’Angelo circa l’allarme per la dispersione di diossina nell’aria. Non risulta al momento che l’Arpa abbia effettuato verifiche sul campo.

Leggi l’approfondimento sull’edizione de «Il Cittadino» in edicola mercoledì 19 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.