Codogno, dopo l’arresto per pedofilia l’appello della procura: «Controllate i telefoni dei vostri figli»

Codogno, dopo l’arresto per pedofilia l’appello della procura: «Controllate i telefoni dei vostri figli»

In manette un 48enne accusato di abusi su tre ragazze minorenni

Il pericolo è in agguato per gli adolescenti che usano i social e WhatsApp senza alcun controllo. Dopo il caso del 48enne di Codogno accusato di abusi sessuali su tre ragazzine delle scuole medie e da alcuni giorni ristretto nel carcere di San Vittore, è la procura di Milano a lanciare l’allarme. «I genitori controllino il telefono e i messaggi dei propri figli» è l’appello del procuratore aggiunto Maria Letizia Mannella.

L’uomo arrestato, un insospettabile, aveva utilizzato anche la piattaforma WhatsApp per adescare le sue vittime, fingendosi un ragazzina della loro età e spingendole a frequentare la sua casa.

I rapporti a quanto risulta venivano anche filmati, ma non sembra siano mai stati condivisi con altri o messi in rete. Ora tutto il materiale sequestrato (diversi telefono ma anche computer e altri supporti informatici) sarà oggetto di una attenta analisi, il timore è di trovare al loro intervento decine e decine di video dell’orrore

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.