L’Arma in classe, dagli alunni “segnalazioni” sullo spaccio
I militari dell’Arma con gli studenti incontrati nel corso delle due sessioni nell’aula polifunzionale dell’istituto

Così a Paullo studenti e carabinieri “collaborano” contro la droga

Le lezioni di legalità dell’arma diventano l’occasione per segnalare episodi di spaccio

I ragazzi di Paullo non sono stati solo a sentire, ieri, durante la lezione sulla legalità con i carabinieri a scuola, ma hanno colto l’occasione per segnalare episodi e situazioni di spaccio. Martedì, alle scuole medie, i carabinieri della stazione locale hanno affrontato il tema delle droghe confrontandosi con le classi prime di tutte le sezioni, dalla A alla E, in due sessioni presso l’aula polifunzionale dell’istituto.

Il maresciallo Roberto Manucci, comandante dalla stazione locale, e il maresciallo Michele Dibenedetto hanno proiettato due filmati e commentato insieme ai ragazzi le immagini.

Questi video e le parole dei militari hanno spinto i ragazzi a raccontare episodi vissuti e a fare alcune segnalazioni. Di fronte a fenomeni come lo spaccio, è sempre necessario confidarsi con qualcuno, informare i professori o i carabinieri. «In questo modo non si fa la spia, ma il proprio dovere». Parola dei militari della stazione di Paullo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.