Medici di base, Rsa e ospedali: per il Pd i problemi aumentano
Il pubblico intervenuto nella sala Granata (foto Borella)

Sanità “salata”, il Pd lancia l’allarme

Rsa, ospedali, medici di base: tra rette, costi e carenza di personale i problemi aumentano

C’è Il carico per le famiglie con parenti nelle Rsa che sta diventando insostenibile, come avverte Luciano Bertoli, presidente della Fondazione Santa Chiara onlus. Ma c’è anche l’allarme per i medici di base che scarseggiano sempre più, il calo di risorse per la prevenzione e quella “aziendalizzazione” che fa puntare il dito anche contro la Regione. È insomma una fotografia preoccupante per il diritto alla salute quella scattata venerdì sera sul tema sanità in occasione dell’incontro organizzato dal Pd cittadino di Lodi in sala Granata.

A peggiorare il quadro c’è la crisi dei medici di famiglia in vista: «Molto presto mancheranno i medici - avverte Abele Guerrini, consigliere dell’Ordine provinciale medici -. Analizzando i dati si nota che nel 2023 andranno in pensione 21.000 medici e ne entreranno solo 7.000, cioè un terzo: questo è un problema gravissimo».

Anche la prevenzione non se la passa bene: «La tendenza al gigantismo ha devastato il tessuto delle relazioni e si sono perse le risorse - ha detto Eugenio Ariano, ex direttore del dipartimento prevenzione Asl di Lodi -. Secondo una stima regionale dal 2003 al 2017 si è perso il 35% di operatori nella prevenzione, tutto ciò mentre nel 2018 gli incidenti sul lavoro sono tornati, dopo tanti anni, ad aumentare».

La posizione del Pd su questi temi è stata espressa dagli interventi di Patrizia Baffi e Gianantonio Girelli, consiglieri regionali: «La sanità pubblica va trattata con rispetto - ha detto Baffi -, senza allarmismi. La politica deve impegnarsi nell’aiutare gli operatori a dare le risposte ai bisogni dell’utenza, che sono in continua evoluzione. L’ambizioso obiettivo è meno ospedale e più territorio».

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola lunedì 13 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.