Ragazzi difficili e adulti violenti, sabato la nostra inchiesta. Appuntamento in edicola
Ragazzi difficili e adulti violenti, «il Cittadino» propone sabato un’inchiesta

Ragazzi difficili e adulti violenti, sabato la nostra inchiesta. Appuntamento in edicola

Funzionano le sospensioni educative - una trentina l’anno nel Lodigiano - ma dai genitori purtroppo non mancano comportamenti sbagliati

Lodi

Li chiamano ragazzi difficili, sono quegli adolescenti che nelle scuole del Lodigiano (alle medie o molto più spesso alle superiori) collezionano sospensioni per ragioni disciplinari. E che rischiano di perdersi definitivamente, lasciando la scuola e finendo per dover affrontare problemi spesso più grandi di loro. Una soluzione efficace è quella della sospensione educativa, che prevede di commutare la “pena” in lavori socialmente utili e in attività di volontariato. Una trentina l’anno, negli ultimi anni, i provvedimenti di questo tipo adottati in provincia di Lodi, tanto da portare gli esperti a parare di un bilancio incoraggiante. Un mondo, quello dei “ragazzi di confine”, che «il Cittadino» racconterà in un’inchiesta sull’edizione in edicola sabato 11 maggio.

Così come, sempre sull’edizione di sabato, racconteremo l’altra faccia della medaglia. E dunque le storie di quegli adulti che hanno portato la violenza nelle scuole, all’Einaudi di Lodi come alle elementari di Tavazzano, suscitando la reazione del ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, lo scorso lunedì in visita proprio nel Lodigiano. E proprio dall’Einaudi il ministro ha affermato con forza che la violenza, all’interno del mondo della scuola, non è mai tollerabile. Specie se arriva dagli adulti, da coloro che dovrebbero dare l’esempio.

Bussetti all’Einaudi

Leggi l’approfondimento sull’edizione de «Il Cittadino» in edicola sabato 11 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.